Acireale: arredo urbano gratuito

Nella nostra ridente cittadina, il dibattito da anni verte ad alti e bassi sulla questione delle affissioni selvagge e del decoro urbano che la rendono alquanto indecorosa e brutta alla vista.
Si è dibattuto analizzando il poco senso civico, la redazione di regolamenti vari, ma la problematica resta comunque aperta e non di facile soluzione. Legata a tale questione vi è quella dell’arredo urbano, pensiline approssimative, mancanza di panchine, fioriere assenti e disordine assoluto per quanto riguarda la segnaletica stradale.
Per porre rimedio a tutto ciò, corre in aiuto una pratica già sperimentata da decenni in Stati quali Francia, Germania o Inghilterra e finalmente la “novità” da qualche anno, – tra mille resistenze e i soliti interessi di bottega che non si vogliono perdere – è arrivata anche in Italia e nello specifico nei Comuni, qualcosa si muove.
Di cosa parliamo?
Arredo Urbano Gratuito, sfruttando il project financing (progetto di finanza), che consente ad aziende specializzate di fornire per un periodo, spesso ventennale, l’arredo urbano composto da panchine, pensiline, bacheche, paletti delle fermate bus, fioriere, cestini getta carte, transenne, cartelloni 6×3 e segnaletica,  a titolo gratuito, compresa la manutenzione, in cambio della gestione degli spazi pubblicitari ricavati in tali strutture. Articolando bene il progetto di finanza, è anche possibile percepire sino al 20% dell’importo delle entrate pubblicitarie da parte delle casse comunali.
Tale strumento, in tempo di revisioni di spesa al ribasso, per Acireale costituirebbe un toccasana importante per tutti i vantaggi che è inutile citare dato che si colgono in maniera lampante.
L’unico problema risiede qualora venisse preso in considerazione, nella volontà e nel coraggio da parte dell’Amministrazione Comunale, nel rompere col vecchio moto di intendere tale ambito.
Milano, Lecco, Lodi, Salsomaggiore, Asti, Novara, San Bonifacio solo per citarne alcuni hanno già attuato tale pratica, ACIREALE cosa Aspetti?
Ciò che non ha senso privatizzare (Acqua e Cimitero) nella nostra Città è stato fatto e speriamo si torni alla gestione pubblica, ciò che invece gestito privatamente a fronte di guadagno in immagine e alleggerimento del peso della bilancia delle casse del comune purtroppo tarda sempre ad arrivare.
EVVIVA ACIREALE!

Giovanni Trovato

Alcuni esempi fotografici concessi da APEL azienda pioniera del settore in Italia

4 pensieri su “Acireale: arredo urbano gratuito

  1. In tema di spendig review, sarebbe un’occasione da cogliere al volo, si otterebbero due risultati, risparmio e decoro della città. Già questi due fatti dovrebbero indurre gli amministratori ad approfitarne. Coglieranno al volo il suggerimento? Mah… staremo a vedere.
    Sempre attenta e puntuale evvivaacireale.
    Bravo Giovanni, continua così.

I commenti sono chiusi.