ACIREALE, CAMBIAMO ACIREALE E LA DESTRA……

Nelle scorse settimane si sono rincorse voci in merito alla staffetta relativa all’assessorato allo sport nel comune di Acireale tra Giuseppe Sardo, Delfino dell’attuale A.D. di Sac Catania Nico Torrisi e il dott. Giuseppe Ferlito continuatore della dinastia notoriamente di destra acese, tanto che del padre Gioacchino Ferlito ex consigliere comunale di lungo corso e già  presidente del consiglio comunale di Acireale, le leggende del popolo acese narrano addirittura la presenza di un mezzo busto ducesco presente in casa (balle), ma che comunque la lunga militanza caratterizza nell’immaginario collettivo, il vissuto politico familiare. Dai risultati deludenti alle amministrative di Aci Catena, in seno al gruppo Sicilia Futura, è emerso ancora di più un dato: La famiglia Di Mauro (anch’essa col papà  Sebastiano) legata ad una storia conservatrice e militante in A.N. supera il delfino laburista di Nicola D’Agostino, Barbagallo e manca di soli 4 voti il pareggio con Citraro. A seguito di tali fatti, ci si chiede quanto sia opportuno investire il Ferlito della delega assessoriale, rafforzando ineludibilmente l’asse destro delle Aci, detentore di voti che potrebbe portare ovunque alla prossima tornata amministrativa acese, a scapito invece dell’area Democratica ossia PD, che arranca e non poco e di cui il D’Agostino è esponente forte. Aspettando gli sviluppi, ci gustiamo un seltz rinfrescante.

Giovanni Trovato