Acireale: Strisce Blu Modulari

Osservando e riflettendo attentamente negli ultimi mesi, in merito alla questione parcheggi e traffico nella nostra Città, i parcheggi in doppia file e altro, un idea è nata.
Per facilitare l’accesso ai negozi di prossimità, per arginare uno dei problemi più fastidiosi che è quello della sosta a doppia fila e della possibilità di trovare parcheggio nei pressi del nostro negozio o fornitore di servizi preferito per le vie del centro, pare sia possibile e forse auspicabile una rimodulazione dell’uso degli stalli di sosta a pagamento conosciute come strisce blu. (forse per avvicinarci al mondo dei Puffi)
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Gf_XyVH19mM[/youtube]
Cosa si può fare, aspettando il P.U.T.(Piano Urbano del Traffico) ?
Si potrebbe – ma diciamo con forza che va fatto – consentire la sosta a tempo a seconda della zona con fasce orarie obbligatorie, al fine di ripristinare il vero scopo della Striscia Blu, che era quello di consentire all’automobilista shoppingaro, la possibilità di trovare facilmente parcheggio al centro.
Cosa è accaduto invece?
Grazie alla possibilità di acquistare tagliandi di mezza giornata, spesso, tra autovetture degli stesi titolari delle attività o liberi professionisti che in quelle zone hanno studi professionali, moltissimi stalli sono occupati per l’intera giornata, vanificando lo spirito originario della sosta a pagamento.
Se invece, ad esempio in Corso Savoia bassa, Corso Umberto e Corso Italia (primo tratto), fosse consentita la sosta per solo mezz’ora, Corso Sicilia solo un’ora e così, via via ad aumentare la fascia oraria di sosta man mano che ci si allontana dai punti nevralgici, la fruizione degli stalli sarebbe molto più agevole, e vi sarebbe un continuo ricambio, con – cosa da non sottovalutare – maggiori entrate per le casse comunali.
Inoltre è sempre auspicabile, che l’Area Com dato che è continuamente violata da eventi e uso per scopi non del tutto consoni alla propria natura,  sia usata a parcheggio, aspettando che l’amministrazione comunale partecipi a qualche bando europeo per dotarsi di autobus urbani elettrici e creare finalmente una società di trasporto comunale.
Messe in campo tali scelte sperimentandole per un periodo di sei mesi, affiancate da un rigore nei controlli da parte degli organi proposti, certamente alla fine il bilancio sarà positivo e Acireale, avrà fatto un passo avanti verso standard di vivibilità ancora lontani ma non irraggiungibili, non scordando mai, che siamo Latini e non Anglosassoni, che è valore e non demerito.
Evviva Acireale!

Giovanni Trovato

4 pensieri su “Acireale: Strisce Blu Modulari

  1. I negozianti la propria auto non la sacriferebbero mai!
    Potrebbe essere un idea da sperimentare davvero.
    E aggiungo, spina di pesce in corso savoia

  2. Idea molto funzionale, l’Amministrazione dovrebbe approfittarne immediatamente.
    Sono però perplesso per l’utilizzo dell’area com, dovrebbe rimanere, a mio avviso, sempre e comunque sgombra. Non dovesse succedere mai di dover affrontare un’emergenza con l’area com occupata. Non voglio nemmeno pensarci.
    Bisogna riflettere…

I commenti sono chiusi.