Antonio Belcuore sul Carnevale 2017 di Acireale

CARNEVALE 2017: ANTONIO BELCUORE RELAZIONA IN CONSIGLIO COMUNALE.

Antonio Belcuore presidente della Fondazione Carnevale di Acireale e il cambio di rotta definitivo.
Prende la parola il Presidente per relazionare in consiglio comunale sul carnevale 2017 e lo fa con autorità col piglio del fuoriclasse ma alla Baresi senza il cucchiaio di Totti. Erano decenni che le mura del palazzo di città non udivano un discorso compiuto per 8 minuti di fila. 8 minuti in cui il Presidente ha ringraziato il proprio predecessore Antonio Coniglio per il lavoro svolto e per avergli passato il testimone con la cittadella del carnevale messa in sicurezza. Spinge forte il Presidente e sottolinea come Febbraio da un lato e solo il Carnevale dei carri, non sono e non saranno il cardine della sua visione da Presidente. Festa dei fiori da portare in auge è la manifestazione che invece può dare quel quid in più alla città in termini turistici. Carnevale classico ottimo strumento di ritorno di liquidità immediata per la città che facendo due conti, moltiplicando 7 euro di media spesi tra parcheggio e alimenti per 200.000 visitatori, fanno rientrare il milione speso. Ma non può rappresentare il tutto. Belcuore spinge sull’acceleratore e indica la via per una Fondazione che deve scommettersi partendo dal Carnevale per arrivare ad altro. Ed ecco che viene annunciato un concorso per creare un’installazione permanente su un bozzetto donato da Milo Manara alla città e La Coriandolata da espandere. Belcuore, annuncia sorprese per la festa dei fiori 2017 e presenza al G7 di Taormina con una maschera.  Si sofferma anche su un passaggio tecnico: il carnevale autoprodurrà le videoriprese senza rivolgersi a committenza privata. Infine, arrivano i ringraziamenti per i maestri carristi, senza i quali nulla sarebbe possibile. Il Presidente innova e inverte i tempi, in consiglio comunale prima della kermesse e non dopo. Il consiglio comunale, nei suoi componenti si è limitato a proporre qualche suggerimento visibilmente una spanna sotto, rispetto alla genialità associata a concretezza del Presidente. Degno di nota l’intervento del consigliere Leotta, che ha proposto la realizzazione di una app specifica per il carnevale e la possibilità di rivedere le vecchie macchine infiorate degli albori (automobili addobbate a fiori). Proposte, che il Presidente non solo ha accolto ma fatte proprie. Nota di colore della serata, lo scontro Saro Scalia Vs Rosario Raneri.
È vero non c’è più rispetto per i decani.

Giovanni Trovato