FRANCESCA MESSINA E 200 MILA EURO DI RISPARMI PER LE CASSE DELL’ENTE.

RANDAGISMO AD ACIREALE, IL CONSIGLIERE COMUNALE FRANCESCA MESSINA E 200 MILA EURO DI RISPARMI PER LE CASSE DELL’ENTE.
LA BUONA AMMINISTRAZIONE.

Nel Gennaio del 2014, avevo sottolineato come l’affidamento triennale ad associazioni iscritte all’albo regionale per la custodia dei cani randagi del territorio, con una spesa prevista di 425.000 euro in tre anni, rappresentava un salasso economico per la già  esigue casse comunali, ( link al pensiero http://www.evvivacireale.info/425-000-euro-boom/ ) per il semplice motivo che letto lo schema di convenzione non vi era nessun riferimento ad obbligo della associazione che si sarebbe aggiudicato il servizio, di favorire le adozioni e quindi il cane avrebbe perso due volte. La prima nel momento dell’abbandono e la seconda perché sarebbe diventato solo mero strumento economico per ricevere la retta. A distanza di 3 anni, tornato sull’argomento ed incontrato il Consigliere Comunale, dott.ssa Francesca Messina, è stato bello scoprire come quella constatazione fatta è stata da subito recepita dal Consigliere che nel frattempo il 12 Luglio 2016 veniva delegata dal Sindaco quale responsabile per la Prevenzione del randagismo e Tutela degli animali. Dal 2015 malgrado i randagi vengono affidati in custodia all’Oasi Cisternazza di Zafferana Etnea e la convenzione è rimasta quella con le lacune evidenziate, il Consigliere Messina ha attivato una proficua collaborazione con l’associazione animalista “Sezione Animaliamo-ass. Diversamente Uguali Onlus” , grazie alla quale si sono concretizzate oltre 100 adozioni che in soldoni hanno significato l’uscita dal canile e dunque libertà  e vita vera per i cani e al contempo un risparmio per il comune di Acireale di oltre 200 mila euro, in quanto non c’è la retta giornaliera di 10 euro circa a randagio da versare all’Oasi Cisternazza). Si liberano risorse economiche per l’Ente, si regala una nuova vita al cane. La buona politica? Eccola!

Giovanni Trovato