Generazione 30 e sindacatura 2014

Santo Primavera

Potrebbe sembrare presto, ma in Politica, quella con la P maiuscola non è mai presto se il progetto è ambizioso, di larga prospettiva e per dare un indirizzo allo sviluppo e crescita della società e nella fattispecie della nostra Acireale.

L’estate appena trascorsa e l’inizio dell’autunno caldo, le manifestazioni giovanili di questi giorni negli USA, ci dicono che tutto è in movimento, che la faglia sociale delle nuove generazioni è in forte accumulo energetico e pronta a dare lo scossone.

EVVIVACIREALE, memore del Congresso Regionale del Movimento per l’Autonomia, del 25 e 26 Giugno 2011, incarnando a pieno il pensiero del suo Leader, Presidente Raffaele Lombardo, che con

Roberto Barbagallo

forza incoraggiava le nuove generazioni a caricarsi sulle spalle a vario titolo la RESPONSABILITA’ di occuparsi della cosa pubblica, prova a stuzzicar

e la città e i protagonisti del Pensiero seguente a pensarci su e magari discuterne seriamente.

Acireale sul finire

degli anni 90, è stata protagonista di un forte fermento politico giovanile, che ha visto molte figure impegnarsi nei più svariati campi con l’ardore giovanile tipico dell’età, portando molti di quei ragazzi oggi a ricoprire varie cariche nell’ammin

istrazione della cosa Pubblica, impegno nell’attivismo civile e sociale e nella stampa.

Gianluca Cannavò

Dunque, a due anni e qualche mese, dalla scorsa campagna elettorale per il voto del consiglio comunale e del Sindaco della nostra città, ci pare utile iniziare a discutere di nuovi progetti e  un possibile cambio di rotta per la prossima campagna elettorale, auspicando la scesa in campo di GENERAZIONE 30.

Spesso si dibatte sulla questione di svecchiare il mondo politico, di apportare energie ed influssi nuovi a vario titolo, ma spesso, gli attori principali che dovrebbero scendere in campo, preferiscono far passare il tempo, aspettando più la sostituzione per raggiunto limite di età dei “senatori” che provare a togliere la sedia a chi giustamente la detiene e la difende. EVVIVACIREALE, prova a stuzzicare la città e coloro i quali reputa debbano pensare seriamente a scommettersi per le sorti della città candidandosi alla carica di Sindaco, pensando che

GENERAZIONE 30, più che un utopia possa essere una realtà, già in passato li chaimavano “i picciriddi”, ma

Antonio Tomarchio

quei “picciriddi” quando ci si mettono fanno rumore, sanno amministrare e stimolare, danno speranza. Quello che oggi manca del

tutto nello scenario Politico. Di seguito i nomi lanciati da EVVIVACIREALE ed un sondaggio.

Roberto Barbagallo, attuale consigliere comunale del Movimento per l’Autonomia, detentore di un voto pebliscitario, primo tra tutti i votatii, alle scorse

elezioni comunali, impegnato nelle più svariate attività di rinascita della città.

Gianluca Cannavò, consigliere provinciale del Pdl, anch’esso reduce da voto

Giovanni Trovato

pebbliscitario  risultando il più votato tra i consiglieri della provincia. Antonio Tomarchio, consigliere provinciale dei Comunisti Italiani, profondo conoscitore della cosa pubblica, già assessore al comune di Acireale. Santo Primavera, anch’esso consigliere provinciale oggi appartenente al gruppo misto, di chiara formazione Liberale e già autore di due libri. Giovanni Trovato, da sempre attento analista del sociale e ispirato all’impegno politico come Cattolico Militante, fautore di molteplici azioni di forza studentesche negli anni 90, attivista del Movimento per l’Autonomia a Catania, ideatore dello spazio d’opinione EVVIVACIREALE.

Anna Maria Patruni

45 pensieri su “Generazione 30 e sindacatura 2014

  1. bella quest’idea di generazione 30! si crei subito una consulta, i nomi? sarebbe bello vederli tutti in campo a combattere. Ve li ricordate quasi 15 anni fa per le vie di Acireale? riuscivano a mobilitare tutti! Forza non abbiate paura!

  2. Roberto Barbagallo Sindaco, Antonio Tomarchio Assessore ai lavori pubblici, Giovanni Trovato, assessore alla solidarietà sociali, Santo Primavera Assessore alle attività produttive. X il Cannavò incarichi a patto di pentirsi pubblicamente e subito dell’appartenenza politica di riferimento attuale.

    • Per fare il fruttivendolo di certo. Al mercato del pesce un caratterista in più non guasta mai.

  3. COMUNICATO
    essendo il proprietario, nonchè opinionista di maggioranza del sito, sposando a pieno la linea che assieme agli altri amici di EVVIVACIREALE ci siamo dati nel Gennaio 2011, ossià dibattere, confrontarsi ed esprimere opinioni, senza mai attaccare ed offendere qualcuno, ma provando a creare una sorta di antica Agorà tecnologica,
    ringrazio l’amica Anna Maria per l’idea lanciata che sposo in pieno, mi lusinga il vedermi citato tra Amici di una vita e di mille battaglie, che ben più strada e molto di più hanno dimostrato nel loro impegno politico-civile, ma occorre che il sottoscritto sottolinei quanto segue:
    se il partito di riferimento (Movimento per l’Autonomia)vorrà, potrei pensare di candidarmi al consiglio comunale nel 2014, ma di Sindacatura, non si tratterebbe di Fantapolitica, come scrive qualcuno, non è faccenda che mi interessa, nè a quel punto lo farei con una lista civica.
    Non nascondo però che sostenere Roberto Barbagallo Amico di partito sarebbe fantastico.
    Generazione 30, ottima idea per Acireale. Lavoriamoci su!
    Dibattiamo in massa, confrontarsi civilmente cmq è CRESCERE e votate il sondaggio.
    Giovanni Trovato

      • l’allegria non guasta mai. Si rinagrazia per l’apporto, colui il quale imbrattò con manifesti abusivi 3 Mt X 5 Mt la nostra ACIREALE, anel muro stuprato difronte l’arena Eden (sotto la chiesa della Madonna dell’Indirizzo) e nel muro della rotatoria di via monetario florestella, per farsi campagna elettorale. Voi si che fate politica VERA!

        • ti sei dimenticato quello del carmine…!!
          “Il trasformismo fa parte del fare politica e chi non lo capisce, mi dispiace Giovanni Trovato, non è tagliato per farla”……..accetta il consiglio di Francesco D’ambra!!

          n.b. il tuo riferimento politico sarebbe l’on.Arena?lo stesso che nei comizi mette la sciarpa del catania in vista? sei sulla buona strada…. auguri…!

          • Caro Angelo, sull’analisi del concetto di Trasformismo, credo che nè gli uni nè gli altri, possediamo la VERITA’ rivelata.
            Forse è più facile analizzarla volta per volta.
            Nel vostro caso è Palese l’aver regalato per Ragioni di Opportunismo, la sindacatura al PdL.
            Riguardo l’On. Arena, non comprendo cosa ti meraviglia. Il manifestare la propria fede calcistica e l’attaccamento alla propria città anche in sede di Comizi, credo sia valore aggiunto. tranne che da prof. di Politologia alla quale pare voglia ergerti, tenti di mescolare il calcio alla politica e quindi tentare di creare una discriminante……ad arte!
            P.S. nessuno di chi fa politica seria nel MpA, ha riferimenti, se non, il PRESIDENTE RAFFAELE LOMBARDO, con l’On.Avv. Giuseppe Arena mi lega una profonda e ventennale fraterna Amicizia, quindi se l’Amicizia Fraterna per te equivale a riferimento, non la nego affatto e la sottoscrivo.
            Peccato che all’interno del MpA molti arrivaste con logica dei Riferimenti……..

  4. Ma vuoi vedere che Angelo Trovato e quel componente della banda di trasformisti che prima militavano nel MpA e poi tradirono a flotta con in testa l’ex assessore Maccarrone e Lino Leanza consentendo al NINO nazionale di tornare al fare Sindaco????
    Ecco perchè si sta attivando tanto…..sa che se partono davvero i trentenni, per lui non ci sarebbe più posto da nessuna parte!

    • “storico di campagna” d’uva o di limoni? perchè non ti firmi con il tuo vero nome e cognome come ho fatto io….?è facile puntare il dito da dietro un pc…!!

  5. Finalmente qualcosa di nuovo in città! Se davvero scendessero in campo, posizioni partitiche a parte, finalmente Acireale avrebbe una speranza. Sindaco e giunta Giovani, magari consigliati dietro le quinte dai più esperienti, ma con larga autonomia d’azione, davvero porterebbero ossigeno ad Acireale.
    Francamente il più completo appare Santo Primavera, ma anche gli altri Tori da battaglia non andrebbero male per la città. D’altronde ancora, ad esempio oltre il Cannavò col decespugliatore in mano a rasare erba nelle rotatorie di viale cristoforo colombo, di politici non ho visto mai nessuno. Saranno pure Simboli, ma i Simboli spesso manifestano la vera natura delle cose, delle persone dei caratteri.

    • Primavera sindaco e
      Cannavo’ il Decespugliatore. Certo che ad Acireale deve esserci stata una mutazione genetica importante…

  6. Digitando su google i nomi dei vari politici segnalati dall’articolo, possono dire di aver trovato completezza e sicurezza visionando il profilo professionale del Dott.Santo Primavera, anche se non mi riconosco nella sua fede politica. Non mi occupo di politica a tempo pieno, ma seguo con passione le vicende della nostra città e della nostra regione e credo che noi acesi abbiamo bisogno di un rinnovamento che si basa sulla cultura e sulla professionalità dei nostri dirigenti. Non prendetela a male, ma effettivamente il sopracitato Cannavò non sarebbe adeguato neppure per il mercato ortofrutticolo, data la sua scarsa capacità di parlare in lingua italiana, stesso dicasi per l’accento siciliano del consigliere Barbagallo (ricordo un’intervista ove il consigliere ha parlato per circa due minuti ripetendo la stessa frase ma con diverse parole per far finta di non ripetere il concetto). Un altro giovane capace mi sembra Antonio Tomarchio, anche se dovrebbe smetterla col solito moralismo poco costruttivo del suo schieramento. Chi manca all’appello? Di questo Giovanni Trovato non saprei dire molto, anche perché non ho mai potuto ascoltare una sua intervista o una sua proposta per intero. Per quanto riguarda i commenti sotto questo post, posso solo dirmi soddisfatto perché ha suscitato il clamore sperato, anche se non posso non lasciare qualche critica anche a voi. Il trasformismo fa parte del fare politica e chi non lo capisce, mi dispiace Giovanni Trovato, non è tagliato per farla. Spero che anche il mio post susciti qualche dibattito acceso. Buona serata e buon commento a tutti. Francesco D’Ambra

    • Caro Francesco, ottimo il tuo intervento, stimolante e per certi aspetti inaspettato.
      sul mio nome fatto, dall’amica Anna Maria, ho già chiarito.
      Per il resto, più che focalizzarmi sulla padronanza linguistica, mi soffermerei sulla visione mentale che ognuno dei proposti ha in se.
      Far fuori il Cannavò e il Barbagallo sol perchè pare discutibile la loro capacità espressiva, pare riduttivo.
      Qui si è lanciata un idea di presa di responsabilità da parte di Generazione 30.
      L’amica Anna Maria, non potendo conoscere tutto e tutti,ha messo nella rosa quanto di meglio conosceva. Io personalmente nella rosa aggiungerei anche FRANCESCO D’AMBRA, pur rimanendo fermo sull’appoggio incondizionato a Roberto Barbagallo.

      • La capacità d’espressione è sinonimo di ricchezza d’animo e culturale. Non faccio fuori nessuno, ma sinceramente mi piacerebbe essere rappresentato da chi è migliore di me e non peggiore. Vi ricordate ogni intervento televisivo dell’ex presidente della regione Cuffaro? Ebbene, ogni volta che appariva in video il suo accento trasudava di ignoranza campagnola, la stessa ignoranza che porta le persone a non crearsi una stratificazione personale e culturale forte. Mi dispiace, ma penso che le persone meno istruite siano facilmente corrompibili, perché non riescono a credere in un ideale di uguaglianza e bene comune, ma ragionano nell’ottica dell’accattonaggio, dell’interesse personale e del clientelismo. Sono schiavi dei modi di dire e delle connivenze politiche forti. Diffidate di chi fa il cane a qualcuno. Si sa benissimo che dietro Cannavò c’è il vero pensiero organizzatore di Catanoso, e non si stenta certo a credere che dietro Barbagallo ci sia la forza politica e monetaria del D’Agostino. Queste non sono quindi persone libere, perché schiave, per convenienza o per sudditanza, del pensiero o convenienza altrui. Di queste persone non mi fido. Per quanto riguarda l’aggiunta del mio nome alla rosa, caro Trovato, lei mi lusinga, ma fortunatamente io sono solo un appassionato di politica, e penso che facendola perderei l’innocenza di questa passione.

  7. Credo che di gente volenterosa ce ne sia in giro. Uno dei nomi che mi colpisce in particolare tra questi candidati è quello di Antonio Tomarchio che ha lavorato e continua a lavorare per Acireale e per la Provincia. Bisogna dargli fiducia e tempo e qualcosa di migliore per Acireale la vedremo. Si facciano avanti i giovani, via i vecchi da quelle poltrone. Fanno solo i loro affari e coltiveranno sempre di più il loro orticello. Impediamoglielo!

  8. Conoscendoli bene dai tempi delle occupazioni scolastiche, dai cortei assieme ai lavoratori delle acciaierie megara di Catania, dal lancio di monete al municipio di Acireale con gli studenti dell’ITIS, per non parlare, dalle scorribande negli uffici della Provincia Regionale di Catania, a procurare finanziamenti per feste nelle piazze, se scendono in campo difficilmente li Fermeranno, altro che Padrini, questi sono Legionari Romani!
    Da nostalgica di quei periodi, mi farebbe piacere rivedere assieme a loro,
    Giusy Tringale e Giuseppe Nicolosi.
    Antonio Tomarchio Sindaco!

  9. non ha importanza chi di questi giovani debba fare il sindaco. l’importante e che siano in grado di amministrare bene ma sopratutto di fare bene l’interessi della città risolvere i suoi problemi e dare nuova linfa al commercio al turismo e magari creari qualche sbocco lavorativo x tutti che di sicuro non farebbe male. Tra questi io candiderei anche Giuseppe Calì ,Angelo Trovato ,Riccardo Castro e Antonio Riolo.

    • io aggiungerei alla lista Giuseppe Cicala, solo se deciderà di candidarsi con una lista civica!

      • ottimo. Superata l’inevitabile fase degli scontri, partono le proposte. Se siete d’accordo, presto apriremo un Form aperto, dove inserire idee per la Città e stilare magari un programma.
        P.S: i nuovi nomi fatti, tutti spendibili. Ovviamente io voterei sempre Barbagallo Sindaco!

        • ci mancassi…!ma parli di Roberto o di Ignazio Barbagallo???!!!( cercalo su you tube)

          anche se…è + credibile che tu voterai SALVO NICOTRA SINDACO…XD

          • Bravo. Tutto ‘sto casino di sito per far partire una campagna elettorale. POtevi metterci un po’ di piu’, ti sei scoperto subito. Ah, gli impulsi…

  10. GIANLUCA CANNAVò SINDACO!
    – CONSIGLIERE COMUNALE PIù GIOVANE D’ITALIA
    – PROVA DI INDIPENDENZA ECONOMICA DALLA POLITICA GRAZIE ALLE MILLE ATTIVITA’ IMPPRENDITORIALI DI CUI SI OCCUPA
    – DA ASESSORE IN CITTA’ è RIUSCITO A FAR COMPLETARE STADIO TUPPARELLO E PALASPORT
    – DA ASSESSORE IL CIMITERO LUOGO SACRO, CON LUI AVEVA DIGNITA’, ADESSO RIDOTTO AD UNO SCHIFO!
    – ALLA PROVINCIA OPERA SEMPRE PER GLI INTERESSI DELLA SUA ACIREALE
    – ESPERIENTE QUANTO BASTA PER FARE IL SINDACO

  11. Purtroppo devo dare ragione ad Angelo Trovato… sembra proprio che il candidato sindaco dell’MPA sara’ Salvo Nicotra! Altro che generazione 30……. il passato che ritorna!

  12. Tra Ignoranti, incapaci, ladri, poco di buono e semplici persone inadatte al ruolo Acireale ha poche lacrime da piangere al giorno d’oggi.
    Anche se è dura sono sempre con Antonio Tomarchio, lui si che sarebbe un bel cambiamento per una città simile.
    Forza Antonio!

  13. Gianluca Cannavò Sindaco, potrebbe essere la novità vera. ha spirito d’iniziativa, conosce la macchina amministrativa e soprattutto risponde alle provocazioni, nel senso che ama dare risposte attraverso i fatti se gli si muovono critiche.
    Per il resto….unica alternativa sarebbe Barbagallo.
    Santo Primavera???? Troppo fine a se stesso e pieno di vanità personale, userebbe la carica di Sindaco solo per scalata personale.
    Antonio Tomarchio: peccato sia ancorato a quei simboli.
    Giovanni Trovato, per quel poco che lo conosco e per il modo di pensare che ha, sarebbe un buon assessore alle politiche giovanili e sociali.
    Buona Fortuna Generazione 30, non abbiate paura. Osare e Credere.

    • Se la cultura e la conoscenza sono simbolo di vanità, al mondo ci dovrebbero essere più vanesi. I simboli di Tomarchio almeno sono coerenti, nonostante la politica sia marcia in tutti i luoghi in cui venga praticata.

      • Ps. In quale lingua Cannavò risponde alle critiche? Io non lo capisco quando parla. Mugola, muggisce, raglia? Se la vede lui, e ovviamente i suoi simili, come te!

  14. Mi permetto esprimere una modestissima opinione rispetto a quanto letto nei post precedenti. Sono un convinto sostenitore che la politica debba fare un salto generazionale e guardare con fiducia alla generazione dei trentenni, cresciuti sotto le picconate al muro di berlino e al sistema tangentopoli. Ma per far ciò ritengo siano essenziali due condizioni: la presa d’atto (molto improbabile) di chi ci precede che occorrano nuova linfa e nuove idee per svegliare questo Paese e che (condizione essenziale questa perchè si verifichi la prima), chi ritiene di poter rappresentare la generazione 30, non ragioni come un politico navigato di 60 anni. E purtroppo di ventenni e trentenni che parlano e si muovono come vecchi volponi della politica, in giro ne ho visti parecchi da tempo (legittimati a ciò perchè comodi a qualcuno).. Tutto ciò chiaramente fa a pugni con la spontaneità, la freschezza di idee, l’esuberanza e la forte motivazione di poter e dover contribuire a migliorare la nostra società di un trentenne..
    Complimenti a Giovanni per avere creato questa piazza vistuale..

  15. chi meglio di Roberto Barbagallo potrebbe amministrare la NOSTRA ACIREALE? MOTIVATO, COMPETENTE.. è LA PERSONA GIUSTA!

    • Competente? Sicuramente per la parlata potrebbe benissimo competere con un venditore ambulante.

      • parlata dialettale, of course….(significa naturalmente in inglese se ve lo foste chiesto…)

I commenti sono chiusi.