Gli adulatori e gli adulati

Dal Dizionario

Adulàre = A. Lodare eccessivamente per interesse, bassezza d’animo / SIN. Blandire, incensare, lusingare. B. Tenersi in maggiore considerazione del dovuto.

Per conquistare gli uomini non esiste via migliore dell’ostentare qualità che non hanno, sostenere le loro massime, accarezzare i loro difetti e applaudire tutto ciò che fanno; quando si ha “bisogno”, bisogna pure adeguarsi, ma la colpa no ricade – solo – sugli adulatori ma su coloro che vogliono essere adulati. Anche gli individui più perspicaci si spesso cadono nella trappola, lasciandosi travolgere dal vortice ammaliatore delle adulazioni.

L’adulatore è come l’incantatore di serpenti, è colui che suona il flauto magico, il flauto è l’adulazione o le adulazioni, il serpente gli scimuniti che ci cascano.

Fondamentalmente siamo tutti un po’ scimuniti, – siamo onesti – a chi non piace ricevere dei complimenti, non essere mai contraddetti perché tutto quello che facciamo diciamo risulta essere giusto…Attenzione, se è questo quello che ci stà accadendo allora è arrivato il momento di tirare energicamente il freno a mano.

Siamo forse degli esseri perfetti? No – ahimè – quindi come può essere possibile che tutto quello che facciamo diciamo risulta essere perfetto? Ovvio che non lo è – almeno non tutto -, dobbiamo imparare umilmente a confrontarci, viviamo – di volta in volta – l’esperienza come l’occasione di conoscere “realtà” diverse, o almeno proviamoci.

Carmen Santi

Un pensiero su “Gli adulatori e gli adulati

  1. ahahahha, bella questa! il Karmen pensiero è una bella iniziativa. Che mondo sarebbe senza paraculi? 😉

I commenti sono chiusi.