ISOLA ECOLOGICA, INTERVIENE OFFICINA ACIREALE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO STAMPA DI ‘OFFICINA ACIREALE’ IN MERITO ALL’ISOLA ECOLOGICA.

COMUNICATO STAMPA: OFFICINA ACIREALE.
Isola ecologica: Alla prova dei fatti ANCORA RITARDI.
Soltanto dopo 90 giorni dall’insediamento della nuova ditta che si è aggiudicata l’appalto per la raccolta dei rifiuti, il comune di Acireale con determina dirigenziale n. 431 (che revoca la n. 390, di “Disposizione a contrarre”) affida direttamente per oltre 16.000,00 euro, più oneri, ad una ditta privata la necessaria realizzazione di alcuni rilievi geologici di aggiornamento del progetto esecutivo del centro comunale di raccolta. Dalla determina si legge che il tutto, utile ancora soltanto al rilascio del parere del genio civile, deve essere effettuato con urgenza al fine di non perdere il finanziamento di un milione e cento mila euro.
La suddetta determina ci consegna il dato allarmante di come questa amministrazione, nonostante proclami, annunci e sbandieramenti, sia in grandissimo ritardo sulla questione dei rifiuti ed ancora abbia le idee confuse su come (e forse dove) debba proseguire l’iter e la costruzione dell’isola ecologica necessaria per l’adeguamento al nuovo tipo di appalto sottoscritto con la Tekra.
90 giorni dopo l’inizio del nuovo servizio di raccolta da parte della medesima Tekra non sono ammissibili per chi quotidianamente predica l’etica della velocità e delle competenze; Officina Acireale rileva la stanchezza dei cittadini che si sentono presi in giro da un servizio di raccolta scarso, inefficace con cassonetti stracolmi di materiali di ogni genere e che stando a leggere la determina importa la fuoriuscita di denaro pubblico per mancanza di programmazione politica ed amministrativa da parte di chi sa bene criticare il passato ma alla prova dei fatti dimostra di far peggio