LISTA D’ATTESA LUNGA? SI OPERA DA SOLO

Graham SmithSe non fosse notizia pubblicata dal “The Telegrph”, sembrerebbe una barzelletta, ma il problema delle lista d’attesa non è solo affare siciliano.

Graham Smith, ingegnere inglese, 15 anni fa si era sottoposto ad un’operazione di chirurgia intestinale. Nonostante la riuscita dell’intervento, alcuni punti erano rimasti sporgenti dal suo addome, causandogli vari problemi. Si è quindi ripresentato in ospedale per alcuni fastidi, ma è stato messo in una lista d’attesa lunghissima.
Sempre più preoccupato per possibili complicazioni, Smith ha deciso di operarsi da solo, usando dei ferri in titanio prestati da un amico dentista e modificati dall’ingegnere
Nonostante la mossa azzardata, l’operazione è stata un successo. Smith però spiega che non vuole essere preso come esempio: “Sono un ingegnere, so quindi fare alcune cose che altri non saprebbero. Ovviamente non sono un chirurgo, quindi questa è una cosa da non provare in casa“.
Anche un portavoce dell’ordine dei chirurghi inglese ricorda come possa essere pericoloso cercare di operarsi da soli: è alto infatti il rischio di infezioni, che potrebbero essere anche fatali. L’ospedale di Liverpool in cui Smith era in lista d’attesa ha comunque riferito che seguirà l’uomo nel decorso post-operatorio, per assicurare che non vi siano altri problemi.

Dal The Telegraph http://www.telegraph.co.uk/news/2016/09/15/engineer-designs-tools-to-perform-diy-operation-on-himself-to-be/

Giovanni Trovato