Luci e Ombre a Piazza Dante

Domenica 4 Dicembre veniva inaugurato il nuovo look di Piazza Dante ad Acireale. Bellissima e nulla da dire in merito alla realizzazione dell’opera, salvo notare che manca l’impianto d’irrigazione…….
Luci ed Ombre dicevamo nel titolo dell’opinione del giorno. Luci, perchè un idea nata sul finire degli anni 90 grazie all’impegno di Padre Micalizzi e Caltabiano che spronarono con forza la politica locale affinchè il quartiere da sempre etichettato ingiustamente come bronx venisse riqualificato, negli anni a cavallo tra il 2003 e 2004 vedeva l’approvazione da parte del Ministero e quindi poteva partire l’iter per raggiungere l’agognata meta che in questi mesi vede già gli ottimi frutti, rifacimento delle arterie stradali e ristrutturazione della piazza. Complimenti dunque!
Ombre, perchè il contratto di quartiere “Piazza Dante Secondo” prevede nel suo stanziamento di fondi anche l’impegno spesa per la ristrutturazione delle abitazioni, oggi ex-IACP. Che significa?
Significa che, al momento dell’approvazione del progetto parecchie abitazioni del luogo erano di proprietà dello IACP, negli anni a seguire le stesse abitazioni vennero vendute dall’istituto agli inquilini, col risultato che oggi, anno 2011, è evidente anche a scolaresche di scuola primaria, che fondi pubblici non possono essere destinati a usi privati, quindi pur avendo le somme a disposizione non poter ristrutturare le abitazioni.
L’amministrazione Garozzo, accortosi della falla, della mancanza di comunicazione tra i vari uffici, per scaricare l’evidente superficialità nell’affrontare tematiche di rilievo, come prassi ormai consolidata, interpella gli uffici della Regione Siciliana per chiarimenti in merito.
Il risultato? chissà quante risa di sberleffo si saranno fatti a Palermo, nel ricevere la richiesta di un parere giuridico di una semplicità ineludibile!
Malgrado ciò, con acrobazie sofistiche, l’amministrazione per bocca del Sindaco, prova lo stesso a scaricare la responsabilità a Palermo, asserendo sulle pagine del quotidiano “La Sicilia” del 05/12/2011 a pag.48, che, “La Regione ha vietato la realizzazione di lavori nelle case Iacp con soldi pubblici sulla parte degli immobili di proprietà privata“.
Al Sindaco non vorremo, ma pensiamo vada spiegato che la Regione Siciliana non vieta nulla, la Regione Siciliana spiega a chi da Acireale chiede pareri, la differenza tra pubblico e privato, visto che ai giuristi Acesi, pare non l’abbiano insegnato nelle aule dell’università!
A nostro parere, parecchio evidente ai più, pare invece evidente la scarsa perizia da parte dell’amministrazione attuale, che visti i toni usati nella dichiarazione rilasciata sul quotidiano, continua a pensare che il cittadino Acese sia stupido e quando reclama diritti, agli occhi dell’Amministrazione si trasforma in agitatore guasta feste.
Si, cari lettori, alle domande poste dai composti ma non stupidi residenti, compreso chi scrive, il Sindaco sul quotidiano ” La Sicilia” così si è espresso: ” Non vorremmo che agitatori rovinino questa bellissima giornata inaugurale” .
EVVIVACIREALE ringrazia la Politica Locale tutta per la riqualificazione del quartiere, crede con forza che con la volontà che deve metterci la politica Acese, si possa trovare una soluzione, perchè di diritti negati si tratta, ed allo stato attuale, non può che constatare che a Piazza Dante, ci si è messi un bellissimo Abito Nuovo, ma su di un corpo Marcio e pensando sempre male perchè pur facendo peccato, quasi sempre ci si azzecca, come ci insegna il grande Sen. Giulio Andreotti, non vorremmo che la Piazza sia stata ristrutturata e progettata a quella maniera per ospitare un domani – che speriamo mai arrivi- gli sfollati dalle cadenti abitazioni ex-IACP,nelle tende della Protezione Civile.

Giovanni Trovato

3 pensieri su “Luci e Ombre a Piazza Dante

  1. stiamo attenti quando metteranno le mani sulla Villa Belvedere.
    Evvivacireale, fai un inchiesta in merito al capitolato speciale d’appalto per la ristrutturazione della piazza dante. probabilmente ne verrebbero fuori delle belle.

  2. pochi giochi nella bambinopoli, tavoli ma senza sedie (si portano da casa???)….asfalto già rattopato. Nel contratto di quartiere oltre alle case ex-iacp di cui avete ben detto avevano mentito pure sulla palestra del gulli e pennisi. ombre che ballano altro che luci!

  3. Pingback: Luci e Ombre a Piazza Dante | Acireale Info

I commenti sono chiusi.