SERVIZI E TASSE, TASSE E SERVIZI.

Il 10 marzo 2017 ore 04:00, rappresenta la pietra miliare politica di Acireale, per un consiglio comunale che sin quì è stato ricordato come quello dei pavoni e per una giunta che dai lavori di S.M. La Scala passando per il palaVolcan, di scivolate ne ha prese parecchie.
I voti contro la bollettazione unificata, vanno marchiati a fuoco nella memoria.
C’è una città che decide di stare dalla parte di chi rinuncia all’ultimo smartphone o week end alla SPA per dignitosamente contribuire alle spese collettive per la fruizione dei servizi primari e chi invece per tornaconto elettorale e personale si schiera contro, schierandosi di fatto coi furbi.
INACCETTABILE.
In una cittá confusa, quantomeno su un punto c’è chiarezza.
State lontani da tali figuri che prospettano dolci lusinghe, scegliete invece chi da domani al posto di opporsi, pretenderà parimenti alla precisione contributiva, precisione ed efficienza nei servizi resi.